Studiamo insieme

Questo progetto di tutoring mira a sfruttare il capitale di solidarietà che, a dispetto di certi diffusi luoghi comuni sulle nuove generazioni, da sempre resiste all'interno della scuola. Si vuole che gli allievi più capaci in determinate materie possano dare una mano ai loro compagni in difficoltà soprattutto nel recupero dei concetti non ancora ben assimilati.

In pratica si formano delle coppie di alunni nelle quali quello più capace - definito "assistente" - aiuta l'altro - detto semplicemente "allievo" - nel recupero dei temi e delle nozioni affrontati in una determinata materia. Le coppie lavorano durante la pausa pranzo (12.15 - 13.00). Allievo e assistente redigono regolarmente un rapporto di quanto svolto durante ogni lezione. I docenti coordinatori seguono lo svolgersi dell'attività, dando consigli e fornendo supporti, affinché il lavoro possa essere il più proficuo possibile. Gli abbinamenti allievo-assistente sono spesso concordati dagli stessi scolari, mentre in altri casi sono decisi dai responsabili del progetto per questioni di opportunità.